Spazio web ed hosting
per il tuo sito internet, come sceglierlo?

Perché è importante dedicare il giusto tempo alla scelta del tuo hosting provider

Alcuni suggerimenti per scegliere il provider ed il miglior spazio web per l’hosting del tuo sito internet.

Una guida completa per la scelta del miglior hosting per il tuo progetto web

Web Hosting Scelta

La scelta dell’hosting per il tuo sito web rappresenta una decisione molto importante per il successo del tuo business online, una scelta che spesso viene sottovalutata.

In questo articolo ti daremo alcuni preziosi suggerimenti riguardo l’affidabilità, la velocità, la sicurezza e il supporto connessi alla realizzazione del tuo progetto web. Questi consigli ti aiuteranno nella scelta del piano di hosting più adatto alle tue esigenze.

Indice

Per i meno esperti, iniziamo col chiarire due concetti importanti: spazio web (hosting) e provider.

Web hosting significato

Il termine “web hosting” deriva dall’inglese “to host” – ospitare – ed indica il servizio di rete che consiste nell’archiviare su un server web delle pagine di un sito internet o di un’applicazione web, rendendolo così accessibile dalla rete e ai suoi utenti.

Tale “server web”, definito “host”, è connesso ad internet in modalità idonea a garantire l’accesso alle pagine del sito mediante il web browser dell’utente, con identificazione dei contenuti tramite il nome del dominio (ad esempio www.alkimedia.it) e l’indirizzo IP. (Wikipedia)

Hosting provider significato

Le aziende che si occupano di fornire questo tipo di servizi e di spazio web ai propri clienti si chiamano appunto “Web Hosting Provider”. I provider dispongono di server e di computer (raccolti di solito in “data center”) che sono costantemente collegati ad internet tramite linee e connessioni speciali che garantiscono un elevato e stabile livello di connettività.

I fattori più importanti nella scelta di un piano di hosting.

Spazio web Hosting Provider Come Scegliere

Ma quali sono i fattori più importanti che la tua web agency dovrebbe analizzare nella scelta del piano giusto per il tuo sito web?

1. Le caratteristiche tecniche del tuo sito e lo spazio web

Il punto di partenza è la profonda conoscenza del tuo sito web, delle sue caratteristiche tecniche e delle sue esigenze in termini di risorse. Ecco una serie di utili domande:

  • Che tipo di sito creerai? Ad esempio utilizzerai un CMS come WordPress per la creazione di un sito dinamico o realizzerai un sito Web HTML statico?
  • Quali requisiti tecnici ti occorrono per far funzionare il tuo sito? Che linguaggio di programmazione è stato utilizzato per la progettazione del tuo sito internet?
  • Hai bisogno di un database? Di che tipo?
  • Devi vendere prodotti o servizi e accettare pagamenti?
  • Vuoi creare un sito aziendale, professionale? Se la risposta è “Sì”, ti consiglio di non perdere tempo con soluzioni “gratuite” o con provider come Wix, Weebly o similari. Questo tipo di soluzioni (fai da te) può andare bene probabilmente per i siti “personali” ma non certo per siti web professionali o aziendali, dove gli aspetti tecnici e di posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca sono molto importanti.
  • Quanto traffico ti aspetti di ricevere ogni mese? Ciò contribuirà a determinare un po’ meglio quante risorse in termini di RAM e CPU saranno necessarie e se non ti devi accontentare di un “hosting condiviso”.
  • Oltre allo spazio web, hai bisogno di funzionalità extra? Come la gestione delle caselle e-mail o di un certificato SSL? Assicurati che il piano di webhosting che hai scelto offra ciò che stai cercando.
  • Qual’è il tuo budget mensile? Questo può aiutarti a scartare immediatamente determinati provider o pacchetti prima di perdere tempo a confrontare le funzionalità dei vari piani di hosting che sono al di fuori del tuo budget.

2. Spazio web: capire la differenza tra i diversi tipi di web hosting

Una volta che hai compreso appieno le caratteristiche del tuo progetto è il momento di passare all’analisi dell’offerta degli spazi web.
Come ampiamente discusso nell’articolo dedicato alla velocità di un sito web, se classifichiamo le tipologie di spazi web e di hosting in base alle performance possiamo individuare alcune principali “categorie” di servizio:

2.1. Hosting Condiviso

Questa tipologia è sicuramente la più diffusa.
Con l’hosting condiviso il tuo sito web sarà fisicamente inserito su un server che ospita anche tanti siti web di altre persone / aziende con cui condividerai la disponibilità totale di risorse della macchina (memoria RAM, banda, potenza della CPU, spazio su disco, database, ecc.). Chi non ha mai sentito nominare gli hosting condivisi e “supersponsorizzati” di Aruba o Register per citare solo due dei più famosi provider italiani?
Essendo il tipo di spazio web più economico e intuitivo, i piani di “hosting condiviso” offrono in genere strumenti di creazione di siti web, pannelli di gestione molto semplici e supporto limitato. Molti piani condivisi includono anche un nome di dominio gratuito.
In questi pacchetti la RAM, la larghezza di banda e lo spazio sul disco rigido sono limitati. Se un server condiviso diventa sovraffollato o ospita siti web ad alta intensità di risorse, le prestazioni ed i tempi di caricamento del tuo sito potrebbero risentirne.
Questo aspetto è particolarmente evidente e fastidioso se è abbinato al fenomeno dell’overselling e cioè la situazione in cui il provider vende più spazio web e più risorse di quelle che i suoi server gli possano consentire. Questa tecnica di vendita si basa su un dato statistico: la maggioranza dei clienti in media sfrutta il minimo delle risorse, e quindi tutti gli utenti pensano di avere le risorse tutte per sé e, di fatto, non dovrebbero accorgersi del problema se non effettuando la richiesta quando il server è sovraccarico.

2.2. Hosting dedicato

All’estremo opposto dell’hosting condiviso troviamo l’hosting dedicato dove ogni utente utilizza risorse “di proprietà” o comunque assegnate individualmente. Si tratta di un servizio fornito a prezzi molto più alti rispetto ai piani di hosting condiviso, ma che garantisce performance e qualità di alto livello, tra cui anche le configurazioni personalizzate e la scelta del sistema operativo. In questo tipo di soluzione abbiamo la possibilità di scegliere soluzioni “managed”, cioè gestite completamente dai sistemisti del provider, oppure “unmanaged”, soluzioni in cui dobbiamo possedere tutte le competenze tecniche e sistemistiche per configurare e far funzionare il server ed il nostro spazio web.
L’hosting dedicato è ideale per le grandi aziende che dispongono di tecnici ed amministratori di server, nonché per i siti web ad alto traffico e ad alta intensità di risorse con molte esigenze di personalizzazione.

2.3. VPS e Cloud Hosting

La VPS (Virtual Private Server) è una via di mezzo. È simile all’hosting dedicato in quanto avrai il tuo sistema operativo e la possibilità di gestire tutti gli strumenti di backend del tuo server. È anche simile a un server condiviso perché condividerai l’hardware del tuo server con altri utenti. Questo tipo di piano è consigliato per le applicazioni web che necessitano di una maggiore personalizzazione rispetto a quanto è disponibile su un server condiviso, ma che non richiedono la mole di risorse (banda, RAM, CPU ed archiviazione) fornita attraverso un server dedicato.

Anche il Cloud Hosting può essere considerato una soluzione intermedia fra l’hosting dedicato e l’hosting condiviso. Quando parliamo di cloud hosting ci riferiamo sempre ad un ambiente condiviso, ma con caratteristiche leggermente diverse e maggiori garanzie. In un servizio di cloud hosting di solito possiamo contare su maggiori risorse (semi-dedicate) come banda, RAM e, a volte, anche su CPU o vCPU.
Questo tipo di spazio web è paragonabile ad una VPS, ma rispetto ad essa è in versione managed, ovvero il suo aggiornamento e mantenimento è a cura del provider. I piani di cloud hosting presentano molteplici sfaccettature e differenze in funzione di come ogni provider decide poi di creare la propria offerta.

Le offerte di cloud hosting dei vari provider stanno diventando sempre più interessanti.

Spazio web Cloud Hosting

3. Conosci le possibilità di Upgrade offerte dal tuo provider

Prendi in considerazione le attuali dimensioni della tua azienda e la sua potenziale crescita.

Quando si sceglie un piano di hosting web, è importante tenere presente il futuro e pianificare di conseguenza.
Mano a mano che il tuo sito web cresce, potresti avere bisogno di una maggiore larghezza di banda, RAM, spazio di archiviazione ed altre risorse.
Se non hai grosse esigenze in termini di volumi di traffico, uno spazio web condiviso è (in generale) un buon punto di partenza perché è economico.
Non lasciarti ingannare dalle offerte “illimitate”. In molti casi infatti il contratto di servizio riserva al provider la facoltà di limitare le prestazioni del tuo sito web dopo un certo periodo di utilizzo, il che può rallentare drasticamente la velocità del sito internet. Alcuni accordi consentono persino agli host di chiudere il tuo sito o richiedono l’aggiornamento automatico ad un piano superiore se stai utilizzando troppe risorse.

Ecco perché nella scelta del provider probabilmente ti conviene affidarti ad un hosting che offra spazio per crescere. Anche se decidi di iniziare con uno spazio web condiviso, un provider che offre anche cloud hosting o VPS o hosting dedicato sarà in grado di aiutarti nell’eventuale passaggio ad un servizio più performante man mano che il tuo sito cresce.

4. Analizza nel dettaglio quali sono i servizi tecnici ed i tool disponibili con il piano

Assicurati che lo spazio web ed il piano di hosting che stai scegliendo abbia gli strumenti tecnici indispensabili per la gestione ed il funzionamento del tuo sito web.

Ad esempio cPanel, accesso FTP, analisi statistiche, supporto e-mail e una varietà di altri strumenti di back-end.
Presta attenzione al sistema operativo disponibile con il piano (in genere Linux o Windows). Lo standard di settore è sicuramente Linux, ma se il tuo sito utilizza strumenti personalizzati sviluppati con altri linguaggi potresti aver bisogno di un server Windows.
Controlla che il servizio che stai acquistando offra strumenti di sicurezza accettabili. La sicurezza è particolarmente importante se il tuo sito è legato al commercio online o raccoglie i dati degli utenti.
Firewall, strumenti per il rilevamento di malware, certificati SSL… sono alcuni dei termini che imparerai a conoscere molto bene.

Un’ultima importante verifica riguarda la presenza del servizio di backup dello spazio web, del database e della posta. Anche se il tuo hosting ti offre una serie di misure di sicurezza di alto livello, dovresti sempre essere in grado di rimediare ad una situazione di emergenza (disaster recovery). Se il tuo provider offre un buon servizio di backup, sarai in grado di ripristinare rapidamente il tuo sito.

Il profilo di sicurezza offerto dal tuo hosting provider e dal tuo spazio web è molto importante.

Spazio web Sicurezza

5. Verifica le altre caratteristiche tecniche del tuo piano: spazio su disco, caratteristiche del disco (SSD), larghezza di banda, vCPU, ecc.

Senza entrare troppo nel dettaglio, ti invito a confrontare almeno due valori: lo spazio di archiviazione ma soprattutto la larghezza di banda.

Lo spazio di archiviazione è la quantità di spazio su disco rigido assegnata alle tue pagine Web, immagini, video, database ed altri dati. La larghezza di banda è invece la quantità di dati che è possibile trasferire tra il tuo sito e i tuoi visitatori; in altre parole è un indice che misura la capacità del tuo server di gestire il “traffico” generato dal tuo sito web.
La quantità di larghezza di banda utilizzata dal tuo sito sarà determinata dalla quantità di traffico che riceverai, nonché dalla quantità e dalla dimensione del contenuto ospitato (immagini, video, ecc.). A parità di visite, un sito con molte immagini e video richiederà molta più larghezza di banda rispetto a un sito web con solo testo.

Alcuni piani offrono spazio web e larghezza di banda illimitati, mentre altri impongono dei limiti.
Come abbiamo visto prima, presta sempre molta attenzione a queste offerte: spesso quando senti parlare di “larghezza di banda illimitata”, raramente è “veramente” illimitata. Devi sapere che, per pacchetti di questo tipo, i disservizi ed i compromessi sono spesso evidenti. In generale infatti questi tipi di piani di hosting sono molto più lenti dei pacchetti che applicano dei limiti alla larghezza di banda assegnata ad ogni singolo piano. Nei casi in cui la larghezza di banda sia limitata ti consigliamo di informarti sempre su cosa succede se vai oltre il limite assegnato al tuo piano.

6. Affidabilità del provider: Uptime e SLA

Oltre alle caratteristiche ed ai limiti connessi al tuo piano anche le statistiche di affidabilità dell’hosting provider sono importanti.

Ovviamente vuoi che il tuo sito sia operativo sempre. Anche pochi minuti di inattività al giorno possono generare mancati ricavi e una cattiva esperienza “lato utente”.
Nessun provider può garantire il 100% di uptime ma ci sono molte aziende che vantano tempi di attività del 99,5% e superiori. Cerca di evitare le società di hosting che segnalano un valore inferiore al 99%.
Per alcuni piani e provider potresti anche sentire parlare di “SLA”.
Il termine SLA è legato al concetto di uptime, ma specifica una vera e propria garanzia per il cliente. SLA sta per “Service Level Agreement”. Per quel tipo di piano il provider si impegna a garantire un determinato livello di servizio (ad esempio il 99,99% di uptime di rete). Nel caso in cui, a fine contratto, questo livello non sia stato rispettato, sarà nostro diritto richiedere un rimborso o un’estensione della durata del contratto, a seconda di quanto previsto dall’accordo stesso.

7. Come funziona il supporto tecnico?

Se la tua azienda non può contare su un tecnico interno o uno sviluppatore, ti consigliamo di scegliere un provider ed un piano con un supporto tecnico di qualità.

Alcuni hosting provider non forniscono nessun tipo di supporto. In questi casi spesso è disponibile solo un forum di supporto per consentire agli utenti di aiutarsi a vicenda o di interagire con gli amministratori. Questa tipologia di hosting di solito è quella più economica, ma la gestione e l’esperienza che vivrai potrebbe essere frustrante se non sei un esperto.
Rifletti quindi molto bene su che tipo di supporto necessiti.

  • Hai bisogno di assistenza 24 ore su 24 / 7 giorni su 7 o è sufficiente un supporto negli orari di ufficio?
  • I canali di contatto quali sono?
  • Per il piano di hosting che stai acquistando è prevista l’assistenza telefonica?
  • Ed ancora il supporto per e-mail o via chat è accettabile per la tua realtà aziendale?
  • Devi pagare un extra per il supporto o è incluso nel piano?

8. Comprendi e confronta i costi dei diversi spazi web

Una volta trovato un piano di hosting che soddisfa tutte le tue esigenze ed il tuo budget, assicurati di aver compreso appieno i costi, le modalità di pagamento e le avvertenze.

La maggior parte dei provider offre due tariffe diverse (mensili ed annuali) per ogni piano. La tariffa annuale è sicuramente più conveniente, ma dovrai pagare un anno in anticipo. Quindi se scegli la tariffa annuale, assicurati che il provider un rimborso proporzionale se il servizio non soddisfa le tue esigenze.

Molti hosting provider offrono spazi web ad una tariffa promozionale molto bassa al momento della prima sottoscrizione. Dopo il primo periodo di fatturazione, il piano che hai scelto verrà rinnovato al prezzo normale, quindi verifica che il tuo budget sia in linea con questi costi.

Assicurati di non acquistare funzionalità che non ti serviranno. Gli hosting provider infatti tendono a raggruppare molti tipi di servizi e prodotti in pacchetti preconfezionati ed a volte costosi.

Verifica il costo dei componenti aggiuntivi e dei servizi extra. Alcuni hosting provider, ad esempio, addebitano un supplemento per la gestione della posta elettronica, mentre altri lo includono nella loro tariffa base.

Attenzione ai servizi gratuiti o troppo economici, come abbiamo visto prima molte volte nascondono delle insidie.

Quando leggi le recensioni dei vari hosting provider…. usa sempre un “occhio critico”.

Hosting Provider Guida alla scelta

9. Senti le opinioni di altri utenti e leggi le recensioni

Se il provider che stai scegliendo è di livello nazionale ed importante, cerca nel web le recensioni più recenti e imparziali per essere sicuro che il servizio fornito sia coerente con l’offerta.

Presta molta attenzione quando ti informi su Google sull’argomento “hosting”, ti accorgerai che si tratta di un campo particolarmente “contaminato”.
Infatti alcuni dei migliori risultati di ricerca legati a questo argomento (per esempio quelli collegati alle keyword tipo: “Il miglior spazio web” o “I migliori hosting provider”) sono gestiti dalle stesse società di hosting o da siti web che vogliono guadagnare con programmi di affiliazione legati agli hosting provider. Come in tutte le cose, ci vuole un “occhio critico”.

Conclusioni

Sono tanti e complessi gli aspetti da considerare nella scelta di uno spazio web e di un hosting provider, ma tutto parte da come è fatto il tuo sito web, dalle tue esigenze e dalle tue conoscenze.

I provider con cui lavoriamo sono il risultato dei nostri test sul campo e della nostra esperienza. Non perdere tempo e soldi. Chiedici un consiglio!
Tel. 031866886 – E-mail: info@alkimedia.it.

Tags: , , , , , , , , , ,