Sito aziendale ecosostenibile: che cos’è e come funziona

Probabilmente hai già sentito parlare di siti ecosostenibili: il trend è in crescita e sempre più aziende scelgono di avere un’impronta ecologica, prestando attenzione all’impatto ambientale di tutti i processi produttivi, anche quelli digitali.

Sì perché, anche se Internet sembra un’entità invisibile, impalpabile e quindi a zero emissioni, in realtà comporta un consumo molto elevato di energia, con conseguenze ambientali piuttosto pesanti. 

Ma cerchiamo di capire che cos’è un sito ecosostenibile, come funziona e perché è così importante per un’azienda che vuole fare della sostenibilità il marchio del proprio brand.

Indice

Perché i siti web sono inquinanti?

Forse non sai che Internet è una spaventoso mostro che emette carbonio. Navigare online sembra un atto tutto sommato innocuo, perché il web ha tutta l’aria di essere qualcosa di impalpabile, di immateriale, che non ha ripercussioni nel mondo della realtà, del Pianeta e dei suoi sistemi ambientali. 

In realtà si tratta di una grande illusione, perché Internet inquina, eccome. Hai mai pensato a quanto pesa una e-mail? Qual è il suo “peso a livello ambientale”? Ebbene, l’invio di una e-mail ha lo stesso impatto ambientale di un sacchetto di plastica.

Per non parlare dei siti web: ogni sito è ospitato su un server in un data center. Ma che cos’è un data center? È un edificio pieno computer che restano accesi dalla mattina alla sera. Immagina la quantità di energia elettrica che occorre per mantenerli in funzione! Non solo: altrettanta energia serve per evitare surriscaldamenti e rinfrescare le macchine in azione. Questi edifici quindi sono dotati di potenti impianti di condizionamento che lavorano 24 ore al giorno. 

Per generare tutta questa energia elettrica vengono impiegati anche combustibili fossili come il carbone e il gas. Secondo uno studio presentato dall’università di Harvard, per ogni secondo che si trascorre a navigare sul web si immettono 20 milligrammi di CO2 nell’ atmosfera. Un dato che assume proporzioni spaventose se moltiplicato per i milioni di persone che ogni giorno trascorrono ore ed ore navigando sul web da ogni angolo del Pianeta. 

Come rendere un sito aziendale ecologico: Data Center ecosostenibili

Dunque, il primo passo per rendere un sito professionale ecologico è scegliere un web hosting sostenibile, alimentato da energie rinnovabili. 

Infatti, nel corso degli ultimi anni, molti provider hanno iniziato ad utilizzare nuove infrastrutture e sistemi di raffreddamento/alimentazione ad energie 100% rinnovabili e ad alta efficienza energetica, che aiutano a ridurre le emissioni.

Ma c’è di più!
Alcuni provider hanno anche iniziato ad utilizzare impianti idroelettrici e fotovoltaici di proprietà, autoproducendo una consistente quantità di energia rinnovabile che utilizzano per alimentare i Data Center. Dall’alimentazione elettrica ai sistemi di condizionamento delle sale dati, questi provider hanno dotato le proprie infrastrutture delle migliori tecnologie, apparecchiature e impianti, tutti ad alta efficienza.

Ma non solo: prestando attenzione alle varie fasi di realizzazione di un sito web aziendale, è possibile creare un sito ecologico e a risparmio energetico. Scopriamo come.

Un sito web ecosostenibile è un sito responsive

Ti starai chiedendo: che cosa c’entra la responsività di un sito con la sostenibilità ambientale?

In realtà i due aspetti sono collegati, per il semplice motivo che i siti responsivi si adattano dinamicamente a tutti i device. Questo semplifica la fase di realizzazione e velocizza i caricamenti delle pagine web, rendendo disponibili in un’unica versione del sito tutte le informazioni necessarie a chi naviga.  Per questa ragione la responsività è tra i primi requisiti per un sito ecologico. 

Noi di Alkimedia ci occupiamo di realizzazione siti professionali  responsivi, cosa che permette di utilizzare lo stesso codice sorgente HTML e lo stesso URL, evitando gli sprechi, ma anche di migliorare la qualità di navigazione degli utenti. Contattaci per un preventivo senza impegno!

Un sito web green è un sito veloce

Un altro aspetto decisivo per la sostenibilità di un sito è la velocità di caricamento dei contenuti. Più un sito naviga in modo fluido, meno energia richiede per il suo funzionamento. Per questa ragione la corretta ottimizzazione del codice e dei contenuti multimediali (foto, video e grafiche) è di importanza cruciale

Un sito aziendale veloce fa bene all’ambiente, ma anche ai clienti: contenuti che si caricano in modo rapido e senza intoppi favoriscono la navigazione e l’usabilità del sito, oltre che il posizionamento SEO sui motori di ricerca. Un guadagno per tutti!

Con Alkimedia ci occupiamo di servizi SEO e posizionamento naturale sui motori, oltre che di manutenzione e restyling di siti web oblsoleti. Possiamo aiutarti ad ottimizzare il tuo sito per renderlo più fruibile e visibile ai tuoi clienti, ma anche ecologico e sostenibile! Contattaci per saperne di più.

Un sito web WordPress è sostenibile?

Un sito realizzato con WordPress può essere sostenibile? La risposta è: dipende.

Non tutti i siti fatti con WordPress sono uguali. Per rendere il tuo sito aziendale sostenibile, bisogna prestare attenzione ad alcuni aspetti.  Per esempio, una accurata scelta del tema abbinata a pochi plugin (solo quelli strettamente necessari), è un ottimo compromesso per ottenere un sito veloce, leggero e quindi sostenibile.

Un sito web sostenibile è SEO Friendly

Un sito ben posizionato in ottica SEO è più sostenibile di un sito non altrettanto performante. Perché? Perché, se il tuo sito aziendale è semplice e immediato da trovare sui motori di ricerca, i tuoi clienti dovranno caricare meno pagine per individuare le informazioni che stanno cercando. Nella ricerca, impiegheranno anche meno tempo; un doppio guadagno in termini di visibilità ma anche di risparmio energetico e consumo di risorse.

Per maggiori informazioni sui nostri servizi SEO, non esitare a contattarci per un preventivo senza impegno.

Tags: , , , , , , ,